Hurom HU-700 di 2 generazione: Recensione e Scheda Tecnica

estrattore di succo hurom 700 seconda generazione

[Voti: 2    Media Voto: 4.5/5]

 

L’ Hurom 700 di seconda generazione ( che si differenzia dalla prima generazione per la nuova coclea che si adatta meglio alle velocità più basse ), è un’ estrattore di succo a freddo con una peculiarietà molto importante: il motore gira a una velocità di soli 42 giri al minuto. E come ben sappiamo, minore è la velocità di rotazione e meglio è. Questo perchè a una velocità così ridotta gli alimenti non si riscaldano permettendo di mantenere tutte le proprietà organolettiche intatte.

 

Questi sono i punti di forza di questo estrattore:

  • Robusto ( plastica, acciaio e alluminio )
  • Silenzioso ( potrete accenderlo di mattina e nessuno si sveglierà )
  • Leggero
  • Plastiche interamente BPA free
  • Veloce da pulire ( basta smontare filtro, supporto filtro, coclea, corpo principale e coperchio )
  • Levetta per attivare la funzione di frullatore

 

Compra Hurom HU-700 al prezzo più basso

buy5

 

hurom 700 beccuccio brocca

Ottimo per frutta, verdura e germe di grano che dovranno essere tagliati tutti a pezzetti per l’inserimento nell’imboccatura. Ma è possibile preparare anche tante altre cose come latte di mandorla, gelati, marmellate e latte di cocco. Il succo che si ottiene è fantastico e pieno di principi nutritivi e sopratutto che non è stato maltrattato dalle veloci lame delle centrifughe. Inoltre i succhi sono omogenei perchè vengono mescolati man mano che vengono spremuti

Garanzia di 5 anni sul motore e 2 anni sui componenti

 

hurom 700 smontato

Confezione:

  • Brocca di spremitura di 500ml dove raccogliere succhi e frullati
  • Cestello
  • 2 Filtri a fori stretti e larghi: costituiti dal resistentissimo materiale biomedicale GE-ULTEM prodotto dalla Generale Electric
  • Coclea in GE-ULTEM
  • Coperchio per evitare eventuali schizzi
  • Contenitore per succo
  • Contenitore per scarto
  • Spazzolino di pulizia
  • Pestello
  • Manuale d’uso in italiano
  • 2 Libri pieni di ricette, idee e suggerimenti per usare al meglio l’estrattore

hurom 700 smontato coclea motore filtro

 

Scheda tecnica:

Modalità di estrazione: a coclea

Consumo energetico: 150 W

Numero di giri: 42 giri al minuto

Tempo di lavoro continuo: circa 30 minuti

Peso: 6kg

Dimensioni 39,8 x 16,7 x 23,7 cm

Disponibile in 3 colori: bianco, rosso e grigio.

Compra Hurom HU-700 al prezzo più basso

buy5

 

 

 

Controlla il Prezzo del Hurom HU-700 su Amazon

buy5

 

Link interessanti:

Francesco Gabrielli

 

Qualità
1
Prezzo
2
Consumi
1
Media
  Caricamento, attendere prego yasr-loader

La classifica dei Migliori Estrattori

+ 10 fantastiche Ricette da preparare con l'estrattore di succo.

Anche noi odiamo lo spam, potrai cancellarti quando vuoi.

Potrebbero interessarti anche...

13 Risposte

  1. Luigi ha detto:

    Questo estrattore sembra veramente ottimo, penso che lo acquisterò

  2. Riccardo ha detto:

    “minore è la velocità di rotazione e meglio è”
    Potremmo smetterla di far girare questa idiozia?
    Gli estrattori estraggono TUTTI a freddo, e il numero di giri non conta assolutamente nulla
    Anche spremendo un semplice limone con uno spremiagrumi si fanno più di 80 giri al minuto, ma non ho notizie di limoni ossidati con lo spremiagrumi
    Se siete convinti di questa cosa portate esami di laboratorio, altrimenti resta fuffa (e se portaste esami di laboratorio ne avremmo finalmente la prova definitiva)
    La differenza con la centrifuga è data dal tipo di tecnologia, non tanto dalla velocità
    E’ un po’ come estrarre il succo da un limone spremendolo o grattuggiandolo, ecco dove sta la differenza

    • Staff ha detto:

      La differenza non sta nell’ossidazione, ma nella qualità del succo che è leggermente più omogeneo.
      In questo video puoi vedere la differenza tra un 40 e un 80 giri al minuto:
      https://www.youtube.com/watch?v=-N4-ywwOcwc
      Puoi provare tu stesso se hai 2 estrattori.
      La differenza è comunque minima.

      • Riccardo ha detto:

        sinceramente… io di estrattori ne ho venduti più di 700, e ne ho provati tantissimi
        La differenza del succo non è data dal numero di giri, ma dal sistema di filtraggio, dal diametro dei fori del filtro, dalla forza di spremitura, ecc. ecc.
        Certi video sono decisamente ridicoli…

    • Giusy ha detto:

      Non sono un’esperta, quindi non ho la verita assoluta su quale sia l’estrattore migliore. Però ho provato quasi 20 estrattori diversi e finora quelli che vanno a 40giri sono risultati un pizzichino migliore. Sicuramente dipende anche dalla qualità delle altre componenti. Però è facile per te dire “portate esami di laboratorio”. Potrei dire lo stesso, porta esami di laboratorio che provano che non c’è differenza tra 40 e 80 giri al minuto.

      • Riccardo ha detto:

        Non girare la frittata, altrimenti ti porto un greenstar da 110 giri al minuto e puoi buttare tutti gli altri 😉
        Qui si dichiara “E come ben sappiamo, minore è la velocità di rotazione e meglio è. Questo perchè a una velocità così ridotta gli alimenti non si riscaldano permettendo di mantenere tutte le proprietà organolettiche intatte”
        Bene, voglio le prove, altrimenti sono solo parole al vento

        Il greenstar lavora a 110 giri, ma è qualitativamente superiore a qualsiasi estrattore verticale
        E anche tra i verticali la qualità non dipende dai giri, ma da altre componentistiche
        Aggiungo che NESSUN estrattore lavora a 40 giri, e che ne ho provato giusto la settimana scorsa uno da 43, risultato peggiore del Kuvings da 48, quindi?

        • Giusy ha detto:

          Beh hai girato tu la frittata, porta esami di laboratorio che provano che non ci sono differenze. Voglio le prove altrimenti per me sono solo parole al vento.
          Per 40 giri intendevo quelli che vanno a circa 40 giri ( 40-45 ).
          A me quello di 40 giri è sembrato leggermente migliore, poi non so.
          Se però tu hai la verità assoluta allora portaci gli “esami di laboratorio” e siamo a posto per sempre 🙂

  3. Paolo ha detto:

    Proprio di recente ho letto che la Philips ha svolto una ricerca con university of natural resources and life science di Vienna per analizzare le differenze tra centrifughe ed estrattori. Il risultato è che in generale entrambi mantengono gli stessi livelli di vitamine, enzimi e nutrienti. La vera differenza sta nel contenuto di fibre, con la centrifuga si ottiene un succo più liquido quindi meno polposo e fibroso.

  4. Carlo ha detto:

    Riccardo, grazie per aver espresso una voce fuori dal coro; penso sia una buona cosa perché stimola riflessioni e qualche considerazione. Pertanto, il seguente quesito … ma allora anche i frullatori al pari delle centrifughe fanno un buon lavoro?
    Ergo, se ho già una centrifuga e un frullatore, perché comprare un estrattore e spendere oltre 500 euro per un prodotto che alla fine è in linea con altri che hanno un costo più contenuto?
    Grazie a Riccardo e a chi può darmi un ulteriore contributo. … buon anno a tutti ! 🙂

  5. ricc-fo ha detto:

    la fibra allo stato crudo è di difficile digestione, mentre cotta è una manna per l’intestino, le vitamine invece contenute in quantità nei succhi estratti sono più digeribili ma molto delicate e spariscono in cottura, per questo motivo si separa la fibra dal succo (quindi estrattore si e centrifuga no). La fibra separata dal succo è utilizzabile essicato e ridotto allo stato di farina per produrre ottimi dolcetti e altro, concordo sul fatto chela velocità viene troppo enfatizzata a scopi commerciali, ma ciò che distingue un estrattore di qualità riguarda soprattutto tutti gli altri aspetti: materiali praticità e robustezza non dimentichiamo che i succhi richiedono molto tempo per molti anni ogni giorno quindi il prezzo di acquisto visto in quest’ottica è ben poca cosa. Per quanto mi riguarda grazie hurom e Greenstar ancora meglio. P:S. non dimentichiamo che i succhi sono fondamentali in ogni terapia e prevenzione per un miglior equilibrio acido-basico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito. maggiori informazioni

La presente cookie policy ha lo scopo specifico di illustrare i tipi, le modalità di utilizzo nonché di fornire indicazioni circa le azioni per rifiutare o eliminare i cookie presenti sul sito web, se lo si desidera.

Che cosa sono i cookie?
Un cookie è un piccolo file di lettere e numeri che può essere memorizzato sul tuo browser o sul disco fisso del tuo computer quando visiti il nostro sito web. I cookie contengono informazioni sulle tue visite al suddetto sito web.

Cookie di terze parti
Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Come modificare le impostazioni sui cookie
La maggior parte dei browser permette di cancellare i cookie dal disco fisso del computer, di bloccare l’accettazione dei cookie o di ricevere un avviso prima che un cookie venga memorizzato.

Chiudi